Scheda tecnica

Analisi chimica e chimico-fisica del filato

Effettuate dall'Istituto Tecnico Industriale Statale "Quintino Sella" di Biella

I risultati delle analisi sono da intendersi secondo la seguente scala:

Tutti i risultati sono riportati con valori da 1 a 5. Al valore "1" corrisponde una bassa solidità, al valore "5", invece, corrisponde un'alta solidità.

Solo per la prova della solidità alla luce, la scala dei valori varia da 1 a 8.

L'annotazione "1-5" significa, invece, che i risultati non sono costanti e variano dall' "1" al "5".

Con "scarico su tessuto" si intende lo scarico del filato sui vari tessuti: lana, acrilico, poliestere, poliammide, cotone, acetato. I valori possono variare da un tipo di tessuto all'altro. Per conoscere i valori di scarico su ogni tipo di tessuto, è possibile contattare il reparto chimico di Linea Tessile.

*: per il lavaggio meccanico con acido tannico, non é possibile valutare lo scarico del filato, perché i campioni si degradano con l'acido tannico stesso.

 

Solidità generali

UNI Solidità a:

Serie
KLT 2
titolo
Nm 38

Serie
KIN 6
titolo
Nm 33,5

1932
Resistenza dinanometrica
  Carico medio di rottura in grammi
300
600
  Allungamento sotto carico di 300 gr. (in %)
18-24
10-12
  Allungamento sotto carico di 600 gr. (in %)
/
28-30
5804
Sfregamento in presenza di percloroetilene
  Degradazione del filato
5
5
  Scarico su tessuto di cotone
3-5
5
5804
Sfregamento in presenza di etere e di petrolio
  Degradazione del filato
5
5
 
Scarico su tessuto di cotone
4-5
5
7420-75
Calore secco (150° C)
 
Degradazione del filato
2-3
4-5
 
Scarico su tessuto di poliestere
5
5
5152
Stiratura con ferro a caldo - 120° C (ser.6) / 150° C (ser.2)
 
Degradazione del filato
1-5
5
 
Scarico su tessuto di cotone
5
5
7639
Luce: degradazione del filato
1-2
7

 

Solidità ai lavaggi

UNI Solidità a:

Serie
KLT 2
titolo
Nm 38

Serie
KIN 6
titolo
Nm 33,5

Simile 8280 Lavaggio meccanico con acido acetico
  Degradazione del filato
5
5
  Scarico su tessuto
5
5
Simile 8280 Lavaggio meccanico con acido ossalico
  Degradazione del filato
5
5
  Scarico su tessuto
5
5
Simile 8280 Lavaggio meccanico con acido tannico
  Degradazione del filato
5
5
  Scarico su tessuto
*
*
8250 Metodo A1 Lavaggio meccanico: detersivi sintetici
  Degradazione del filato
5
5
  Scarico su tessuto
4-5
5
8286
Lavaggio a secco con percloro
  Degradazione del filato
5
5
  Scarico nel bagno
5
5
Simile 8286
Lavaggio a secco con etere di petrolio
  Degradazione del filato
5
5
  Scarico nel bagno
5
5
5141 Sbianca con ipoclorito
  Degradazione del filato
2-4
4-5
simile 5141 Idrosolfito
  Degradazione del filato

4-5

5
simile 5141 Soda caustica    
  degradazione del filato
1-4
4-5
5163 Sopratintura con acido solforico
  Degradazione del filato
1
2
  Scarico su tessuto
1-4
2-5
5163 Sopratintura con solfato di sodio
  Degradazione del filato
2-3
4-5
  Scarico su tessuto
2-5
2-5
5163 Sopratintura con acido acetico
  Degradazione del filato
2-3
3-4
  Scarico su tessuto
2-5
3-5

 

Solidità ai solventi

UNI Solidità a:

Serie
KLT 2
titolo
Nm 38

Serie
KIN 6
titolo
Nm 33,5

5150 Solventi organici: acetone
  Degradazione del filato
4-5
5
  Scarico su tessuto
5
5
5150 Solventi organici: alcol etilico
  Degradazione del filato
3-4
5
  Scarico su tessuto
5
5
5150 Solventi organici: benzene
  Degradazione del filato
5
5
  Scarico su tessuto
5
5
5150 Solventi organici: solfuro di carbonio
  Degradazione del filato
5
5
  Scarico su tessuto
5
5
5150 Solventi organici: tetracloroetilene
  Degradazione del filato
5
5
  Scarico su tessuto
5
5
5150 Solventi organici: etere etilico
  Degradazione del filato
1-3
5
  Scarico su tessuto
5
5
5157 Acqua (4 ore - 37°C - 4,5 Kg
  Degradazione del filato
5
5
  Scarico su tessuto
5
5

 

ISTRUZIONI SPECIFICHE

Questi filati sono stati metalizzati o con alluminio, o con puro argento.

L'argento è un metallo che reagisce chimicamente con sulfiti del tipo zolfo, solfuro, solfuro di idrogeno, acido sulfureo e monossido di azoto. Questa reazione chimica ha come effetto che il filato cambia colore.
Per evitare questi danni, consigliamo ai nostri clienti di prestare attenzione ai filati metalizzati con puro argento in modo da non metterli a contatto con questi sulfiti. I materiali comuni che possono contenere questi sulfiti sono spugne, gomma, pelle, etc.

L'alluminio invece è un metallo che reagisce chimicamente con acidi.

Fate anche attenzione al contatto con cloro e ammoniaca, che potrebbero ugualmente danneggiare il filato!

Di seguito elenchiamo i nostri filati e la relativa metalizzazione:
Serie KLT 2 : alluminio
Serie KLT 3 : alluminio (tranne il KLT3241)
KLT3241: argento
Serie KIN 5: alluminio
Serie KIN 6: argento
Serie KIN7: puri